Finalità dell’intervento

L’intervento di auto-lipo-innesto (lipofilling o lipostruttura) viene eseguito per correggere solchi od avvallamenti del viso o di altre sedi corporee, spesso dovuti ad una diminuzione del tessuto adiposo sottocutaneo, associata o meno ad una perdita di elasticità della cute.

Il lipofilling-lipostruttura è indicato per l’incremento del volume delle aree depresse congenite o post-traumatiche o conseguenti a trattamenti medici o chirurgici, o per contrastare i fenomeni dell’invecchiamento caratterizzati dalla diminuzione dello spessore del tessuto adiposo sottocutaneo. Ad esempio, viene utilizzato per il riempimento dei solchi naso-labiali, degli zigomi e della guancia, per aggiungere pienezza alle labbra e per restituire turgore ed elasticità al dorso delle mani.

I risultati migliori sono ottenuti in pazienti con pelle sottile, secca e di colore chiaro.

Il lipofilling può essere, inoltre, utilizzato nell’incremento del volume del seno o nel rimodellamento del profilo corporeo e dei glutei.

Vantaggi: non sono necessari test per allergia; il materiale è il proprio tessuto adiposo.

Svantaggi: il limite principale consiste nella disponibilità di accumuli adiposi, da cui prelevare il grasso, non sempre presenti. Può essere necessario ripetere il trattamento più volte a distanza di alcuni mesi fino ad ottenere la correzione desiderata.

Preparazione all’intervento

Prima dell’intervento procedere ad un accurato bagno di pulizia completo e alla rimozione di ogni cosmetico.

Anestesia

Di norma l’auto-lipo-innesto viene eseguito in anestesia locale che consiste nell’iniezione di anestetico sotto la pelle sia nella zona del prelievo sia nella sede ove si effettua la correzione. La scelta del tipo di anestesia dipende da ogni singolo caso.

Modalità e durata dell’intervento

La durata dell’intervento dipende dalla quantità del tessuto adiposo da innestare, dal numero e dall’estensione delle sedi da trattare. La tecnica si basa sul prelievo di grasso dallo stesso paziente, da zone del corpo ove è disponibile, e sul suo reinserimento, mediante sottili cannule, attraverso incisioni della lunghezza di 1-2 mm eseguite, ove possibile, in sedi di minore visibilità.

A conclusione dell’intervento possono rendersi necessarie suture delle piccole incisioni e medicazioni modellanti.

Decorso post-operativo  e precauzioni

Si possono presentare temporaneamente senso di bruciore o sensazioni di puntura nell’area ricevente.

Nel corso delle prime ore dopo l’intervento può essere normale la visione di alcune piccolo gocce di sangue o siero dai piccoli fori cutanei.

In caso di interventi limitati ed in sedi poco visibili, la normale vita lavorativa e sociale può essere ripresa dal giorno successivo all’intervento; mentre in caso d’intervento più importante è indicato il riposo per qualche giorno, svolgendo, senza affaticarsi, le primarie necessità quotidiane.

Le suture e le medicazioni vengono rimosse dopo 7-15 giorni. Può essere necessaria la somministrazione di antibiotici ed antidolorifici.

Nel post-operatorio il paziente non deve decubitare né applicare pressioni sulle aree trattate.

Per circa un mese devono essere evitate l’esposizione diretta al sole, lampade abbronzanti, fonti di calore e limitate le attività fisico-sportive.

Per alcune settimane dopo l’intervento le regioni trattate potranno presentare delle ecchimosi ed alterazioni della sensibilità cutanea.

Possibili Complicazioni

Le rare, ma possibili complicanze della lipostruttura, sono:

  • Edema
  • Vago rossore
  • Ematomi
  • Infezione
  • Correzione insufficiente od eccessiva del difetto
  • Possono residuare minime cicatrici cutanee nei punti di ingresso delle cannule gravate da cicatrizzazione patologica delle piccole incisioni necessarie per il trasferimento del grasso
  • Pigmentazione delle aree cutanee trattate
  • Irregolarità della superficie cutanea sia sull’area donatrice che ricevente
  • Formazione di piccole cisti avvertibili alla palpazione e/o alla vista che possono richiedere l’aspirazione o l’asportazione chirurgica
  • Il riassorbimento totale o parziale dell’innesto adiposo per mancato attecchimento a 3 mesi circa dall’impianto.

Risultati

Il risultato del singolo trattamento non è pienamente prevedibile, in quanto dipendente dalla percentuale di adipociti che attecchiscono. Il risultato si considera definitivo 3-6 mesi dopo il trattamento. Esso è suscettibile però di modificazioni legate a diversi fenomeni biologici, oltre a possibili variazioni ponderali e all’invecchiamento.

Contenuti tecnici ed immagini tratta da “il consenso informato consapevole in Chirurgia Plastica Estetica” (ISBN978-88-8041-059-1) edito da New Magazine, SICPRE e GTVER